ALESSANDRIA – Davanti alla Cgil di Alessandria tante persone questa domenica mattina hanno deciso di ritrovarsi per condannare l’assalto avvenuto nella sede di Roma sabato 9 ottobre 2021. Una presenza per dimostrare che il sindacato è “contro lo squadrismo e il fascismo” e non intende arretrare di un millimetro nella difesa dei valori della democrazia e della Costituzione. Quanto avvenuto nella Capitale richiede un messaggio forte e determinato, ha spiegato il segretario alessandrino, Franco Armosino, che oggi ha aperto le porte della casa della Cgil “per difenderla ma anche dimostrare che il sindacato non ha paura“. Molte persone, oltre ai sindacalisti iscritti, hanno preso parte al presidio tra cui Marco Ciani e Aldo Gregori, segretari di Cisl e Uil, il capogruppo di Leu, Federico Fornaro, l’onorevole Cristina Bargero, e i consiglieri comunali di Alessandria, Rita Rossa, Enrico Mazzoni, Marica Barrera.

adv-393