ALESSANDRIA – La sua storia e i suoi video hanno commosso l’Italia intera. Ma dopo essere guarita dal Covid-19, Clotilde Armellini non si è fermata. L’agente di polizia penitenziaria ha proseguito nella sua missione a sostegno di diverse strutture sanitarie dell’alessandrino. Grazie all’aiuto dei suoi colleghi e al supporto dell’azienda Mondo Brico la donna ha donato diverso materiale ad associazioni di volontariato (Croce Rossa e Croce Verde) oltre che all’Asl e una residenza per anziani. Guanti, mascherine, misuratori di pressione, deambulatore e un sollevatore idraulico per i pazienti allettati e impossibilitati a muoversi. Ma anche dei tablet che serviranno ai lungodegenti di poter comunicare con i loro cari.

adv-644