ALESSANDRIA – Nel reparto malattie infettive dell’Ospedale di Alessandria, l’emergenza per il covid non è mai terminata e anche ora, con la seconda ondata, l’attenzione non è mutata. Rispetto alla prima fase l’aumento di pazienti è più scaglionata, hanno spiegato Lorella Gambarini, capo del Dipsa – Direzione Professioni Sanitarie, e Liliana Caporaso, Coordinatrice infermieristica. Questo però continua a impegnare senza sosta tutto il personale, alle prese con una malattia che “rende impossibile per il paziente anche le esigenze primarie“. Nei reparti “le persone devono convivere con dispositivi rumorosi e gli infermieri sono l’unico tramite per mantenere vive le relazioni con amici e familiari. Solo chi ha vissuto questa malattia può capire cos’è il covid“.

adv-170