CASALNOCETO – Gli inquirenti sono impegnati a chiarire l’esatta dinamica della tragedia famigliare che si è consumata venerdì a Casalnoceto nell’appartamento di Antonello Pagani Patris, 74 anni, e del figlio Andrea, di 43. Sono stati i Carabinieri di Volpedo a scoprire il corpo del 74enne, trafitto più volte alla schiena con un’arma da taglio. In un’altra stanza i militari hanno poi trovato il figlio dell’uomo, in gravi condizioni per le ferite autoinflitte con un coltello. L’ipotesi è che Andrea Pagani Patris abbia ucciso il padre per poi tentare il suicidio. L’uomo di 43 anni, era dipendente da alcol e droga e, come hanno raccontato alcuni residenti di Casalnoceto, più volte era stato protagonista di litigi con il padre e ad agosto era stato arrestato per maltrattamenti inflitti al papà.

adv-429