ALESSANDRIA – Aprirà dalla prossima settimana la nuova ala attigua al dormitorio femminile di Alessandria, destinata a ospitare anche di giorno donne rimaste senza casa insieme ai loro bambini.

Lo spazio, di circa 400 metri quadri, è stato donato dall’Azienda Sanitaria Locale ed è composto da otto stanze con venti posti letto e i servizi igienici, una cucina, una sala tv e due stanze “gioco” per i piccoli. 

Il progetto, inaugurato mercoledì sera, è frutto della sinergia tra Comune di Alessandria, Caritas, Associazione Opere di Giustizia e Carità, Cissaca e Asl, uniti per far fronte ai possibili nuovi sfratti previsti nelle prossime settimane, dovuti a occupazioni abusive. 

Caritas e Associazione Opere di Giustizia e Carità hanno chiesto aiuto alla comunità alessandrina che ha risposto presente. Tra le molte offerte ricevute dalla cittadinanza e da organizzazioni come la Diocesi di Alessandria,
Associazione Cultura e Sviluppo e S.I.E. Onlus, sono stati individuati tavoli, sedie, scrivanie, divani e librerie.

L’associazione Il Contastorie, durante l’ultima edizione di Librinfesta, ha poi organizzato la raccolta del “libro sospeso”, da donare proprio ai piccoli ospitati in questi spazi.

“Tutti gli enti coinvolti hanno dato il massimo” le parole del Prefetto di Alessandria Antonio ApruzzeseAlessandria si è dimostrata una città di cuore, si è andati oltre il semplice dovere“.

adv-73