ALESSANDRIA – È entrato in chiesa furtivamente e ha portato via addirittura tre offertori con candele. Questo il furto abbastanza inusuale commesso ai danni della chiesa di San Michele, nel giorno di Ferragosto. “Nel giorno di festa – racconta la parrocchiana Gigliola – una persona è entrata per portare via dalla navata principale i tre candelieri elettrici disposti davanti alla Madonna e a San Michele“. Il valore era minimo, spiega, “ma avevano un valore affettivo importante perché erano frutto delle nostre donazioni“.

Non è il primo furto subito in chiesa ma di sicuro il primo così anomalo, ha aggiunto Don Ivo Piccinini, spiazzato da una azione “pianificata perché è davvero difficile portare via candelieri di quel tipo. Sicuramente qualcuno che sapeva bene come muoversi, ha approfittato di un momento in cui non c’era nessuno e ha caricato tutto su un furgoncino perché i candelieri non potevano essere aperti facilmente dopo una modifica che avevo fatto fare al fabbro“. Don Ivo ha quindi rivolto un appello a tutti, chiedendo di segnalare l’eventuale ritrovamento dei candelieri: “Chiunque li trovi mi contatti per rimetterli a posto e collocarli di nuovo in chiesa“.

adv-154