ALESSANDRIA – Cittadini in lacrime sul sagrato della chiesa e centinaia di persone anche in piazza della Libertà (grazie al maxischermo allestito dai Vigili del Fuoco) oltre alla straripante presenza in cattedrale. Alessandria ha detto così addio ai tre pompieri Marco Triches, Matteo Gastaldo e Antonino Candido, morti martedì notte a Quargnento durante quello che sembrava un normale intervento di routine.

Davanti alle autorità il vescovo di Alessandria, Monsignor Guido Gallese, ha invitato tutti a cercare il bene anche in questi momenti di rabbia, esattamente come fanno i pompieri quando corrono per soccorrere il prossimo. Il Comandante provinciale dei Vigili del Fuoco, Roberto Marchioni, ha invece esortato alla ricerca rapida degli autori del folle gesto che ha portato alla morte i tre ragazzi che, è stato sottolineato, rimarranno per sempre all’interno della grande famiglia dei pompieri insieme ai loro familiari.

adv-411