ALESSANDRIA – È tutto nelle teste basse e negli occhi tristi il dolore dei colleghi dell’operaio deceduto questa mattina, giovedì 29 aprile 2021, al cantiere Amazon ad Alessandria. Per lo sganciamento di una trave altre 5 persone sono rimaste ferite. I lavoratori hanno lasciato il luogo dell’incidente mentre i sindacati hanno subito raggiunto il sito per esprimere solidarietà agli operai e appurare l’accaduto.

Bisogna capire ancora la dinamica dell’incidente e le condizioni di un cantiere che in apparenza sembrava in ordine, ma forse non era proprio così – spiega Rocco Politi, segretario provinciale Fillea Cgil. Pare ci sia stato un cedimento strutturale e questo non può esistere in un cantiere nuovo e comunque vuol dire che che i lavoratori non erano in sicurezza. Questo è l’ennesimo incidente e ne abbiamo le tasche piene. Bisogna intervenire pesantemente per impedire questi drammi continui. L’impressione che si ha è che queste tragedie siano diventate una abitudine: non può essere così, è insopportabile.” Politi chiede “una normativa che punisca severamente gli incidenti sul lavoro. Adesso stiamo valutando con tutte le parti sociali cosa mettere in campo, sicuramente daremo vita a uno sciopero e chiederemo un incontro in Prefettura“.

adv-138