VIGUZZOLO – L’inno di Mameli risuona forte dagli altoparlanti del campanile della parrocchia Beata Vergine Assunta di Viguzzolo. L’idea è nata al parroco, don Gino Bava, per dare coraggio ai viguzzolesi. La prima volta l’inno è suonato domenica 15 marzo e il 16 si è replicato. “Un modo per farci sentire uniti. Perché solo con l’unità e l’aiuto del Signore possiamo sconfiggere questa pandemia causata dal coronavirus“, ha detto il sacerdote. La comunità viguzzolese del resto è stata segnata da due lutti nei giorni scorsi proprio a causa del Covid-19.

Video concesso dal parroco don Gino Bava

adv-535