ALESSANDRIA – Creare un marchio che identifichi i prodotti migliori e valorizzi il territorio, tutto questo sotto il nome “Monferrato“. L’idea è stata quasi sussurrata dal Presidente della Camera di Commercio di Alessandria e della Centrale del Latte di Alessandria, Gian Paolo Coscia, ma è qualcosa che potrebbe concretizzarsi davvero a breve. Nessun particolare in più se non la conferma che il progetto è in fase di elaborazione. Il percorso potrebbe essere simile a quello adottato in altri territori Unesco, come il Sud Tirol-Alto Adige, dove i prodotti tipici della zona beneficiano di un cosiddetto “marchio ombrello” che garantisce qualità e certezza ai consumatori. Secondo Coscia un “brand così importante come il Monferrato potrebbe essere perfetto anche per identificare un brand alimentare con lo stesso nome”.

L’agroalimentare è infatti un settore con grande appeal anche all’estero e su cui il ministro Centinaio, durante la visita ad Alessandria, intende investire molto soprattutto all’estero. Per questo motivo lavorare sul marchio “Monferrato” potrebbe essere un modo per lanciare definitivamente la provincia di Alessandria, baciata dall’investitura Unesco.

adv-677