CASALE MONFERRATO – Il castello di Pomaro e il bosco di pertinenza insieme a 14 ville e diversi terreni sono stati sequestrati dalla Guardia di Finanza di Casale Monferrato che ha dato esecuzione a un decreto preventivo disposto dal Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Milano. Il provvedimento è scattato nei confronti di un soggetto che nel tempo aveva messo in piedi atti fraudolenti per evitare di pagare le tasse, per un ammontare complessivo di oltre 4 milioni e mezzo di euro.

Le indagini sono partite da una serie di conferimenti effettuati a titolo gratuito da una società con sede in Italia a beneficio di un’altra società residente in Francia, riconducibile sempre allo stesso soggetto. Questi conferimenti hanno riguardato non solo 14 ville, ma appunto anche il famoso Castello di Pomaro, maestosa struttura militare edificata nel XII secolo per il controllo e la protezione del territorio e il relativo bosco adiacente.
Le operazioni, hanno appurato le Fiamme Gialle, erano avvenute “con il chiaro ed evidente intento di sottrarsi al pagamento di imposte, interessi e sanzioni, impedendo la riscossione di quanto dovuto”.

Al termine delle indagini, le fiamme gialle casalesi hanno segnalato alla Procura della Repubblica di Milano il responsabile e tutti gli altri soggetti che hanno concorso alla commissione dei reati tributari.

adv-274