ALESSANDRIA – Prima gli fornivano a credito quantitativi importanti di droga poi, gonfiando anche a dismisura i prezzi di mercato, li minacciavano per estorcergli più denaro possibile. Questo il modus operandi di una banda di spacciatori e violenti che individuava le proprie vittime tra i tossicodipendenti dell’Alessandrino. A finire in manetta un cittadino albanese irregolare e un operaio alessandrino. Altri quattro sono stati deferiti in stato di libertà.

adv-7