ALESSANDRIA – È tornata a camminare la paziente dell’Ospedale di Alessandria che tre mesi e mezzo fa si era sottoposta a un complesso intervento ortopedico eseguito da Marco Schiraldi, Direttore di Ortopedia, per una lesione che le impediva il movimento.

L’operazione, durata un’intera mattinata, ha visto l’equipe impegnata su una zona molto vasta dell’emibacino, con un intervento anche sulla pelle della paziente che, poiché soffriva di grande obesità, aveva subito un importante dimagrimento proprio per sottoporsi al trattamento chirurgico. “L’operazione è stata preceduta – ha spiegato il dottor Schiraldi – da uno studio tridimensionale della lesione grazie alla tac e dalla sua ricostruzione in plastica attraverso una stampante 3D. Dopo questa fondamentale preparazione, si è quindi provveduto alla realizzazione di un impianto personalizzato cosiddetto “custom made”, ovvero composto prevalentemente in titanio con delle fenestrature a nido d’ape che permettono all’osso di crescervi all’interno, integrandosi così perfettamente con la protesi”.

Ora la paziente sta bene: dovrà sottoporsi a un controllo ogni due anni, ma al termine della fisioterapia potrà tornare a muoversi liberamente.

adv-467