ALESSANDRIA – “Rompere il silenzio” e coinvolgere tutta la popolazione per chiedere la bonifica del “mare di veleno” sotto il polo chimico. Questo il senso della manifestazione organizzata da Fridays for future organizzata sabato 22 febbraio davanti a Palazzo Ghilini per impedire l’autorizzazione all’ampliamento della produzione del PFAS C6O4, sostanza pericolosa per la salute.

adv-227