ALESSANDRIA – I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Alessandria hanno arrestato nei giorni scorsi in un supermercato, tre giovani autori di una rapina. I malviventi, dopo aver derubato l’esercizio sono stati fermati da un vigilante contro cui si sono però accaniti violentemente con una bottiglia rotta. Nonostante le numerose ferite e un trauma cranico l’uomo ha inseguito i tre giovani fornendo informazioni utili ai militari che hanno così rintracciato il gruppo. Nell’abitazione dei tre i Carabinieri hanno scoperto una grossa coltivazione di circa duecento piante  di marijuana, completa di tutta l’attrezzatura per l’irrigazione e l’illuminazione interna, oltre alla presenza di un impianto per la stimolazione della crescita delle piante. In una serra, infine, rivestita di sughero per creare il microclima adatto alla coltivazione delle piante, sono state recuperate attrezzature per circa 20.000 euro, di cui circa 9.000 delle sole lampade, ben trenta. L’attività illecita era in grado di produrre una media di circa quattro chili di stupefacente ogni tre mesi, per un valore annuale di 80.000 euro al dettaglio.

adv-210