ALESSANDRIA – La sua ricetta si trova solo alla Solvay Specialty Polymers di Spinetta Marengo e finora nessun’altra azienda al mondo l’ha scoperta. Da circa due mesi, nello stabilimento alessandrino, è attivo un nuovo impianto per la raddoppiare la produzione di questo speciale olio, il perfluoropolietere, composto da carbonio, fluoro e ossigeno, diventato ormai fondamentale nelle auto, in ben 20 applicazioni, dalla lubrificazione del cambio all’apertura delle portiere, oltre che nello schermo protettivo degli smartphone o negli hard disk, fino al campo aerospaziale.

Il nuovo impianto di distillazione del perfluoropolietere ha richiesto il più importante investimento di Solvay nel 2019, ben 4.5 milioni di euro, ed è stato realizzato in un anno e mezzo. Circa 23 mila le ore lavorate, con una presenza media di 15 persone in cantiere.

L’impianto è ad alto contenuto tecnologico, automatizzato e a emissioni zero, sia di reflui liquidi che di gas. 

adv-618