ALESSANDRIA – L’Ospedale di Alessandria, insieme all’Ufficio per le Comunicazioni sociali della Diocesi di Alessandria, ha presentato la campagna di comunicazione per sensibilizzare le cittadine allo screening mammografico, uno strumento fondamentale per individuare l’eventuale presenza del tumore alla mammella. Il lockdown del 2020 ha infatti azzerato gli esami, un fattore che, purtroppo, comporterà gravi conseguenze: “Ci aspettiamo un aumento dell’incidenze dei tumori in fase avanzata” ha sottolineato Maura Rossi, responsabile della Struttura Complessa di Oncologia dell’Ospedale di Alessandria “rispetto al 2019, infatti, abbiamo registrato un raddoppio dei casi gravi, dove occorre subito intervenire con la chemioterapia”. Nella stessa occasione è stata presentata la cosiddetta “Breast Unit”, l’insieme di professionisti del polo alessandrino che, in sinergia, lavorano per combattere la malattia, col supporto della tecnologia più avanzata. Maggiori informazioni al numero verde 800/008141.

La campagna di comunicazione durerà almeno fino alla fine del 2021, sui canali istituzionali e social dell’Azienda Ospedaliera e della Diocesi di Alessandria. Su Radio Gold Tv l’intervista alla dottoressa Maura Rossi. L’Azienda Ospedaliera sta anche promuovendo dei gruppi psicoeducativi per donne affette da tumore alla mammella: otto incontri dal 2 novembre al 22 febbraio. Maggiori informazioni allo 0131/206196.

adv-809