ALESSANDRIA – Questa mattina il Sindaco Gianfranco Cuttica di Revigliasco, con il Presidente del Consiglio Comunale Emanuele Locci e gli assessori Silvia Straneo e Piervittorio Ciccaglioni, ha effettuato un sopralluogo al Centro Vaccinale della ex Caserma Valfrè. All’incontro, cui ha partecipato anche Paolo Cecchini, consulente medico dell’Unità di crisi comunale Covid-19, erano presenti Marco Colatarci, Country Manager di Solvay Italia e Andrea Diotto, Direttore del sito Solvay di Spinetta Marengo, che hanno confermato la donazione di 104.200 euro in favore del Comune in sostegno della realizzazione del nuovo centro vaccini. La cifra ha coperto circa la metà dei costi complessivi per la realizzazione dell’hub. La donazione è stata effettuata da Solvay di Spinetta Marengo attraverso la Fondazione del Gruppo Solvay “Roi Baudouin”. “E’ stata creata un’anno fa a livello internazionale proprio per contrastare l’emergenza covid” ha sottolineato il direttore dello stabilimento Solvay di Spinetta Andrea Diotto “questo è uno dei primi tre progetti a livello mondiale che abbiamo sostenuto, insieme a quelli in Bulgaria e India. A questa fondazione contribuiscono tutti i dipendenti. Proprio riguardo la lotta al covid a Spinetta produciamo il lubrificante indispensabile per l’erogazione dell’ossigeno e l’elemento filtrante utilizzato nelle mascherine”.

Questa iniziativa” dichiara il Sindaco Gianfranco Cuttica di Revigliasco – ha un peso notevole e un carico d’importanza elevato perché ci permetterà di dare un impulso importante al numero di vaccini effettuati giornalmente in Alessandria. Sull’operazione in atto vi è una chiara e netta partecipazione di soggetti privati nella creazione dell’hotspot vaccinale per Alessandria. E’ importante comprendere che sulla realizzazione di questo progetto c’è una coralità e una comunità di intenti tra pubblico e privato, uniti nella lotta contro la pandemia”.

adv-717