Bomba fiume Po a Valenza

VALENZA – Sorpresa a Valenza per il ritrovamento di un ordigno bellico della Seconda Guerra Mondiale. Si tratta di una bomba da mille libbre che originariamente avrebbe dovuto distruggere il ponte che collega Valenza alla sponda lombarda. Il ritrovamento è avvenuto lunedì pomeriggio nell’ambito delle opere di manutenzione dell’alveo del fiume. Subito si sono mosse le autorità per isolare la zona in attesa delle attività di rimozione e brillamento dell’ordigno, il tutto coordinato da una squadra specializzata di artificieri immediatamente giunta sul posto.

La squadra di esperti arrivata a Valenza ha lavorato fino alla tarda serata di ieri per studiare la situazione ed esaminare le possibili soluzioni. Ora si deciderà come intervenire e con quali modalità. Le ipotesi sono di brillamento sul posto o il trasferimento della bomba in speciali contenitori di sicurezza per il brillamento in una zona protetta e sicura. Questa mattina ci sarà un altro sopralluogo degli artificieri di Fossano per l’analisi della zona.

Il sindaco di Valenza, Gianluca Barbero, che già ieri ha effettuato un sopralluogo per vedere da vicino la situazione, ha invitato tutti i cittadini a rispettare le indicazioni di divieto e a non farsi prendere dalla curiosità: “L’area è stata isolata e immediatamente interdetta. Non c’è pericolo ed è aperta la 494 per Pavia così come la Ferrovia“.