adv-443

ALESSANDRIA – L’agente scelto della Polizia Municipale di Alessandria Grazia Bavuso può dire, senza aver paura di offendere qualcuno, di lavorare da anni con un collega cane.  Dal 2012 insieme a Fox è l’unità cinofila della Polizia Municipale di Alessandria e oggi svolge attività di prevenzione e controllo del territorio in sinergia anche con Orso Grigio.

Due pastori tedeschi dal carattere diverso ma entrambi addestrati a fiutare sostanze stupefacenti.

L’esperienza di Fox l’abbiamo vista in azione ai giardini della stazione di Alessandria. Al “naso” del cane della Polizia Municipale non è sfuggito un pezzo da circa 15 grammi di hashish abbandonato a terra chissà da quanto e che a un occhio umano sembrava solo un sasso. I quattro mesi di addestramento alla scuola per unità cinofile dei Carabinieri di Firenze e i due mesi al Centro Addestramento Cinofili della Polizia Penitenziaria di Asti hanno permesso al pastore tedesco di riconoscere cinque diverse tipologie di stupefacenti. Sono quattro, invece, le sostanze che già oggi non sfuggono al “naso” del più giovane Orso Grigio.

Anche il nuovo agente a quattro zampe della Polizia Municipale di Alessandria è a tutti gli effetti operativo dopo aver completato l’addestramento di 6 mesi. L’allenamento dei due cani, però, è costante anche a casa.

Fox e Orso Grigio, del resto, vivono con l’unica istruttrice donna di cani antidroga della Polizia Municipale in tutto il Piemonte. Grazia Bavuso ha iniziato come ausiliario del traffico e dopo il concorso ha lavorato un po’ in tutti i settori della Polizia Locale. Nel 2012 aveva proposto all’allora Comandante Pier Giuseppe Rossi di “arruolare” nella Polizia Municipale di Alessandria anche dei colleghi a quattro zampe. E il suo lavoro da allora è diventato ancora di più “una passione”.

Per condurre Fox e Orso Grigio serve “decisione” ma anche “un carattere equilibrato” perché i due pastori non deveno essere stressati. Come tutti gli altri cani, anche Fox e Orso Grigio sono sollecitati dagli odori e da tutti gli altri stimoli a cui risponderebbe un qualsiasi animale, comprese le carezze degli alessandrini rapiti dalla bellezza dei due pastori tedeschi. Loro, però, sono addestrati a rimanere concentrati.

La raspata” decisa a terra è il segnale che c’è qualcosa. Solo lo scorso anno il fiuto dei cani ha permesso di sequestrare 180 grammi di hashish, 100 di marijuana e di arrestare tre spacciatori. Nella sua carriera, però, Fox vanta anche un maxi sequestro di oltre 10 Kg di hashish che erano stati nascosti in una valigia stipata tra i bagagli caricati su un pullman in viaggio sull’A26. In quella operazione del 2014 l’unità cinofila della Polizia Municipale aveva lavorato al fianco della Polstrada di Ovada e ancora oggi sono numerosi gli interventi svolti in collaborazione con le altre forze dell’ordine.

Con la prossima apertura del presidio della Polizia Municipale all’ex acquedotto, ha anticipato il Comandante Vicario Alberto Bassani, l’unità cinofila avrà il compito di presidiare l’area dei giardini della stazione. Non sarà un presidio H24, ha precisato Bassani, ma la presenza dei cani e del loro fiuto sarà di certo un deterrente all’attività di spaccio.

Anche nei prossimi mesi proseguirà poi l’attività di controllo e prevenzione nei locali pubblici e nei plessi scolastici, nel rispetto direttiva “Scuole sicure”. “Il nostro obiettivo – ha precisato il Comandante Vicario della Polizia Municipale di Alessandria – è finalizzato alla prevenzione. Purtroppo a volte l’intervento diventa inevitabile”.