Coronavirus: le ultime news dal Piemonte e dall’Alessandrino del 23 marzo [IN AGGIORNAMENTO]

AGGIORNAMENTO ORE 18.39 – La Questura di Alessandria ha diramato il nuovo modello di autocertificazione, da portare sempre in caso di spostamenti e da compilare in caso di controllo delle forze dell’ordine. Scarica il nuovo modello di autocertificazione. 

AGGIORNAMENTO ORE 18.24 – Il presidente della Regione Cirio ha commentato nuovamente il Dpcm del Governo annunciando la creazione di nuove terapie intensive negli ospedali per combattere il coronavirus.

adv-340

AGGIORNAMENTO ORE 17.29 – Nove persone sono state denunciate ad Alessandria dalla Polizia Locale per aver trasgredito alle regole del Dpcm. I nove sono stati sorpresi tutti insieme su un furgone senza giustificato motivo a cui si deve aggiungere l’assenza di autocertificazione e di permesso di lavoro. Da qui la denuncia come previsto dalla legge.

AGGIORNAMENTO ORE 16.33 – Una riorganizzazione delle sale operatorie degli ospedali ha permesso di creare 53 nuovi posti letto di terapia intensiva e 12 di sub-intensiva negli ospedali dell’Alessandrino.

AGGIORNAMENTO ORE 16.03 – Ammonta a 200 mila euro la donazione delle Fondazioni SolidAl e Cassa di Risparmio di Alessandria agli ospedali della provincia per contrastare il coronavirus. La donazione permetterà di acquistare 6 letti di rianimazione, 100 caschi per i pazienti ricoverati, oltre a 16 mila mascherine FFP3, un milione di guanti monouso in nitrile, 10 mila camici di protezione, mille visiere protettive e 70 mila mascherine chirurgiche.

AGGIORNAMENTO ORE 13.37 – Sono in totale 15 i decessi avvenuti tra la sera di domenica 22 e la mattina di lunedì 23 marzo in Piemonte a causa del coronavirus. Di questi tre sono della provincia di Alessandria. In tutto i decessi dall’inizio dell’epidemia sono 315. Ci sono anche dei guariti, tra cui il presidente Cirio, per un totale di 17.

AGGIORNAMENTO ORE 13.22 – Con un breve post su Facebook il governatore del Piemonte Alberto Cirio ha annunciato la sua guarigione dal coronavirus e la volontà di tornare in prima linea a lottare contro il Covid-19.

AGGIORNAMENTO ORE 12.29 – Ad Alessandria Amag Ambiente ha fatto una importante precisazione per spiegare come devono cambiare i comportamenti di tutti noi rispetto alla raccolta differenziata in questo particolare periodo caratterizzato dall’emergenza coronavirus. Amag ha dichiarato che le persone affette da coronavirus o in quarantena dovranno continuare a fare la raccolta differenziata, ma con qualche precauzione in più.

AGGIORNAMENTO ORE 10.28 – Lutto a San Salvatore per la morte del consigliere comunale Claudio Amisano di 61 anni. L’uomo era risultato positivo al coronavirus ed è deceduto nella giornata di ieri. Ne ha dato l’annuncio il sindaco Enrico Beccaria. Si tratta del primo morto a San Salvatore a causa del Covid-19.

AGGIORNAMENTO ORE 10.24 – Il sindaco di Casale Monferrato Federico Riboldi, in un videomessaggio su Facebook ai cittadini, ha descritto la difficile situazione dell’ospedale Santo Spirito. “Se i contagi da coronavirus proseguiranno a questo ritmo la struttura ospedaliera non ce la farà. Per questo vi invito a stare a casa e proteggervi tutti“, ha spiegato.

AGGIORNAMENTO ORE 09.36 – Nell’articolo sottostante i chiarimenti della Regione Piemonte sul Decreto Regionale del 21 marzo 2020.

Coronavirus: ecco i chiarimenti della Regione rispetto al Decreto Regionale del 21 marzo

AGGIORNAMENTO ORE 08.45 – L’Aifa molto scettica sull’utilizzo del farmaco Avigan per curare il coronavirus. L’Agenzia italiana del farmaco ha precisato in una nota che non esistono correlazioni tra la guarigione da Covid-19 e l’utilizzo di questo antivirale. Aifa si è detta comunque disponibile a rivedere e rivalutare giornalmente ogni possibilità per vincere la lotta contro il coronavirus.

AGGIORNAMENTO ORE 07.59 –  La cooperativa Il Gabbiano ha recentemente lanciato un appello alle sarte della provincia di Alessandria per poter produrre nuove mascherine da utilizzare nelle sue case di ripose. Attualmente l’ente gestisce tre case di riposo in provincia (Frugarolo – Lu Cuccaro Monferrato e Sale) e una RSA in provincia di Genova (Busalla).

PIEMONTE – Giornata dai tanti risvolti quella domenica 22 marzo ha vissuto il Piemonte. Proprio ieri il presidente del Consiglio dei Ministri ha firmato il nuovo Dpcm sull’ennesima stretta nei confronti delle attività lavorative considerate non necessarie. Ancora troppo poco per la Regione Piemonte che il giorno prima, sabato 21 marzo, aveva emesso un’ordinanza in cui dava regole (per quelle che erano le sue competenze amministrative) ancora più rigide. Rallentano lievemente i contagi e i decessi che restano comunque elevati. In tutto il Piemonte sono 300 le persone morte positive al coronavirus, 86 nella sola provincia di Alessandria. I contagi si attestano sopra i 4.500, di cui 810 nell’Alessandrino.