SERRAVALLE – Dopo lo sciopero e la manifestazione dello scorso aprile contro l’apertura straordinaria a Pasqua si prospetta un autunno caldo al Serravalle Designer Outlet. Le segreterie provinciali di Cgil, Cisl e Uil hanno infatti rimarcato il passo indietro nelle relazioni con McArthur Glen nell’ultimo incontro del 22 settembre. “Non abbiamo riscontrato alcun avanzamento e non registriamo nessun risultato positivo” hanno sottolineato le parti sociali.

Diversi i punti affrontati dai sindacati sui quali non sono stati registrati passi avanti: la definizione di un programma di aperture concordate, l’applicazione dei contratti nazionali o la costruzione di un asilo nido e di una scuola materna. Continua dopo il banner

adv-516

Una delle intenzioni dell’azienda è ad esempio l’apertura del 26 dicembre, giorno di Santo Stefano” ha sottolineato Fabio Favola, segretario generale della Filcams Cgil “Abbiamo chiesto un incontro al Prefetto e a breve effettueremo una serie di assemblee con i lavoratori.”

Secondo le parti sociali McArthur Glen si è detta disponibile solo a mantenere un livello di relazione formale, rispettando gli obblighi minimi previsti dalla contrattazione nazionale, nulla di più.

Con questa indisponibilità McArthur si è assunta la pesante responsabilità di respingere tutte le richieste sindacali” hanno rimarcato i sindacati “Con i lavoratori, già a partire dalla prossima assemblea generale, Cgil, Cisl e Uil definiranno tutte le iniziative sindacali che si valuteranno necessarie.”

Non si è fatta attendere la risposta dell’azienda:La Direzione di McArthurGlen Serravalle Designer Outlet apprende con stupore i contenuti della nota diffusa oggi dalle segreterie provinciali di Alessandria di Cgil, Cisl e Uil che descrivono una situazione difforme da quanto effettivamente avvenuto.” Nell’ultimo incontro McArthur Glen Serravalle Designer Outle ritiene che si sia creata “una situazione di reciproco scambio informativo, propedeutica alla costruzione di relazioni sindacali costruttive e proficue. La direzione conferma la sua posizione di dialogo e di impegno in questo senso.