Amv Igiene Ambientale a Uiltrasporti “azienda sana e nessun malessere”
adv-652

VALENZA – Il comunicato della Segreteria Territoriale Uiltrasporti in merito alle problematiche di Amv Igiene Ambientale, ha lasciato “perplesso” l’amministratore unico della società valenzana, Roberto Contotto. L’azienda descritta nella lettera aperta che il sindacato ha indirizzato al primo cittadino, Maurizio Oddone, e all’assessore alle Partecipate, Luca Merlino, non è quella che racconta l’amministratore unico.

Amv Igiene Ambientale, ha replicato Contotto a RadioGold, oggi “è in un momento particolarmente felice, non ha problemi di liquidità ed è in regola con il pagamento di stipendi e fornitori”.  L’azienda avrebbe anche “finanziamenti propri” per fare “un completo cambio” del parco mezzi ma non lo fa “per scelta”. Non lo riteniamo necessario” ha puntualizzato Contotto. “Quando sono arrivato nel 2015 i mezzi erano davvero obsoleti e la manutenzione carissima. In questi anni, però, abbiamo cambiato circa un terzo dei mezzi e la situazione è decisamente migliorata“.

Amv Igiene Ambientale, ha aggiunto l’amministratore unico, ha oggi a disposizione 40 mezzi. Tre di questi, però, sonoparticolarmente vecchi. “Abbiano già acquistato un nuovo camion e stiamo facendo una gara con il supporto del Comune per comprare l’attrezzatura, come il compattatore e i sistemi di caricamento. Ci stiamo inoltre muovendo per aggiungere un altro mezzo usato. Magari a qualcuno non piace questa strada ma a noi mezzi usati pochi anni tornano utili. Acquistare un camion nuovo espone a un deprezzamento più rapido e in più noi abbiamo una officina che lavora benissimo“. A Valenza, ha aggiunto Contotto, possono verificarsi “occasionali carenze” quando si guasta improvvisamente un mezzo “ma capita in tutte le aziende perché ormai nessuno può permettersi il lusso di avere mezzi di riserva”.

Amv vuole comunque investire ancora ma per farlo aspetta un indirizzo in merito alla modalità di raccolta rifiuti. “L’amministrazione è entrata in carica da poco e sta valutando la situazione. L’acquisto di un mezzo è una scelta strategica e stiamo aspettando per decidere su quale investire. Ci stiamo comunque già confrontando con l’amministrazione e infatti stiamo già modificando i sistemi di raccolta nelle aree periferiche”.

adv-160

Per quanto riguarda poi le continue proroghe del contratto in affidamento che secondo Uiltrasporti starebbero provocando “difficoltà” in azienda, l’amministratore unico di Amv Igiene Ambientale ha sottolineato l’impegno di Consorzio e Comune per cercare di districarsi tra norme in continua evoluzione. “Negli ultimi anni è stato fatto il possibile. Prima avevano detto che i consorzi dovevano sparire. Poi, però, non è stato creato l’Ente che avrebbe dovuto sostituirli e quindi ora stanno andando avanti in proroga. Non si è arrivati al rinnovo non per mancanza di volontà ma perché nel mentre sono cambiate più volte le leggi” ha puntualizzato Contotto.

A lasciare stupefatto l’amministratore unico di Amv Igiene Ambientale è stata però soprattutto la segnalazione di Uiltrasporti in merito a “un malessere sempre più crescente rispetto al continuo mutare dei comportamenti aziendali sia nell‘organizzazione del lavoro che nei rapporti con il personale“. “Il personale è entusiasta” è invece sicuro Contotto.

Negli ultimi anni, ha spiegato, l’azienda ha avviato “una rivoluzione copernicana” che ha “eliminato le gerarchie interne” e fatto valere “le professionalità”. Il risultato per l’amministratore unico “può non piacere a tutti” ma non starebbe creando problemi. “Abbiamo registrato un miglioramento delle prestazioni notevoli, su tutti i piani. Il costo del personale superava il 60% del bilancio. Oggi siamo scesi al 49%  pur avendo assunto 14 persone e sostituito i lavoratori andati in pensione”.

Anche le difficoltà vita-lavoro denunciate dal sindacato lasciano perplesso Contotto. “Non abbiamo turni ciclici in azienda. Occasionalmente c’è un servizio notturno retribuito con una giusta indennità che riguarda un lavoratore. So che si è lamentato chiedendo di fare in quel caso la notte per tutta la settimana. Ma se noi abbiamo il mezzo guasto solo un giorno non spendo di più per estendere il servizio notturno“. L’amministratore unico di Amv Igiene Ambientale è quindi convinto che la lettera di Uiltrasporti  sia molto lontana dal raccontare la situazione all’interno dell’azienda. “Abbiamo instaurato un sistema meritocratico, incentivante con premialità e garantiamo la progressione ai lavoratori. La mia sensazione è che il sindacato abbia raccolto le lamentele di un’unica persona perché quello che è scritto in quella lettera non racconta la reale situazione all’interno dell’azienda.