ALESSANDRIA – “Casa per tutti, sfratti per nessuno“. Il Movimento per la casa di Alessandria questo mercoledì 23 gennaio ha occupato simbolicamente la sede del Cissaca, in via Galimberti, per bloccare lo sgombero che, secondo le fonti della rete, tra circa 10 giorni lascerà in mezzo a una strada le 12 famiglie che dalla primavera 2015 occupano le abitazioni di Corso Acqui e i 12 nuclei famigliari che dall’autunno 2014 occupano gli alloggi in via Brodolini, “in tutto circa 70 persone, compresi anziani, donne e bambini”.  Il Movimento per la casa contesta il sistema di gestione degli alloggi popolari e, soprattutto, il recente Decreto Salvini ma “vuole uscire dall’illegalità” e, ha ricordato, già da mesi ha proposto una soluzione in cinque punti per garantire un tetto alle famiglie che oggi rischiano di finire in mezzo a una strada”.

 

adv-408