ALESSANDRIA – In occasione della mobilitazione nazionale di Non Una di Meno promossa venerdì in tutta Italia dopo il lockdown, il collettivo di Alessandria ha deciso di mandare un messaggio chiaro.

Lo slogan “Riprendiamoci le strade!” è stato contestualizzato con una scritta inequivocabile sul muro esterno della Casa delle Donne che si affaccia su piazza Santa Maria di Castello, una zona di Alessandria da tempo al centro di dibattiti e discussioni: “Le strade sicure le fanno le donne che le attraversano”. 

“C’è chi ancora pensa che la sicurezza debba essere garantita con telecamere, apertura del centro alle macchine “perché le donne non sono tranquille a tornare a casa”, come disse il vice sindaco Buzzi Langhi non meno di 6 mesi fa, quando strumentalizzò noi donne per giustificare la riapertura di piazza santa Maria di castello alle auto e l’incremento delle forze dell’ordine. Noi invece abbiamo una gran convinzione: le strade sicure le facciamo noi donne, unite e solidali”. 

L’iniziativa di Non Una di Meno è stata però stigmatizzata da alcuni cittadini che non hanno gradito il fatto che sia stata utilizzata la facciata di un edificio per lanciare questo messaggio.

Non Una di Meno ha anche rilanciato l’iniziativa Alessandria Si-Cura, già presentata quattro mesi fa insieme al Laboratorio Sociale e a Fridays For Future.

Video tratto dalla pagina Facebook di Non Una di Meno Alessandria.

adv-545