ACQUI TERME – Hanno insultato e poi aggredito un giovane di colore, senza alcun motivo. L’azione era stata ripresa e poi diffusa sulla rete. I Carabinieri di Acqui Terme hanno però rintracciato e denunciato due diciassettenni acquesi, che ora dovranno rispondere dell’accusa di istigazione a delinquere e lesioni personali. I militari sono intervenuti dopo la segnalazione del video presente sul web.

Nelle immagini si vedeva il ragazzo, richiedente protezione internazionale, circondato da altri giovani, nei pressi di Palazzo Levi. La vittima stava tranquillamente osservando i resti archeologici di quella zona quando è stato avvicinato e provocato dal 17enne, col chiaro intento di arrivare allo scontro. Dalle parole l’aggressore è passato ai fatti, fino a prendere di peso il giovane di colore per poi gettarlo al suolo. Continua dopo il banner

adv-805

In poche ore i Carabinieri hanno ricostruito la vicenda avvenuta l’8 di agosto e identificato non solo l’aggressore, un 17enne acquese già noto alle forze di polizia per diversi reati contro il patrimonio, ma anche uno dei giovani che lo incitava all’aggressione, anche lui 17enne. Entrambi sono stati deferiti in stato di libertà alla Procura dei Minorenni di Torino. Le indagini proseguiranno per identificare gli altri soggetti presenti, tra cui l’autore del video. La vittima in quella occasione aveva riportato lesioni giudicate guaribili in 5 giorni.