CASALE – I Carabinieri del Nucleo Antisofisticazioni e Sanità, diretti dal Tenente Colonnello, Biagio Fabrizio Carillo, stanno compiendo accertamenti in una scuola media di Casale. I militari sono intervenuti in seguito alla segnalazione di una mamma dopo che la figlia aveva raccontato di piatti di plastica che si scioglievano a contatto con i cibi, con i conseguenti rischi per la salute.

I Nas hanno quindi posto sotto sequestro circa 4 mila piatti in plastica, risultati non etichettati come prescritto dalla legge. Arpa Torino provvederà ora all’esame di quanto sequestrato per  chiarire se la tenuta dei piatti alle fonti di calore era adeguata o meno. Intanto i militari, intervenuti per scongiurare pericoli alla salute, hanno provveduto a elevare una multa di 6 mila euro alla ditta distributrice dei piatti con sede nel cuneese per le violazioni sull’etichettatura.