VALENZA – Il 2018 inizia in salita per l’attuale maggioranza di Valenza. I rilievi della Corte dei Conti non potevano non alimentare il fuoco dell’opposizione. Forza Italia in particolare sta affilando le armi contestando la gestione dell’attuale esecutivo, definita “superficiale” e invitando le altre forze di minoranza a fare fronte comune per destituire la maggioranza.

Il nostro Gruppo in Consiglio Comunale ha spiegato Alessandro Deangelis, Coordinatore Cittadino di Forza Italia – su indicazione del Direttivo di Sezione, non presenterà emendamenti al documento di programmazione finanziario. Questo in quanto contestiamo per intero l’architettura contabile del conto preventivo e, in particolare, il “non rispetto dei principi contabili”, così come enucleato dalla Corte dei Conti che ha parlato altresì del rischio concreto di “inficiare la gestione amministrativa”, soprattutto alla luce dei mutui che in maniera sconsiderata questa Giunta Comunale intenderebbe accendere, per una somma superiore al milione di euro, noncurante della situazione critica in cui versano i conti di Valenza“. Forza Italia contesta al Partito Democratico la gestione sempre “più superficiale nel governo della nostra Città, non solo per l’assenza di un progetto politico reale con cui favorire il rilancio economico della comunità, tanto da non essere capace di fare nulla se non spendendo“. Un andamento, ha continuato Deangelis, che rischia “di vanificare il percorso di risanamento messo in campo nel precedente quinquennio, che ebbe il merito di mettere al sicuro il futuro di Valenza“.

Per contrastare l’attuale politica della giunta Barbero Forza Italia esorta le forze di opposizione e, in particolare, agli alleati della Lega di Valenza a fare fronte comune: “Forza Italia resterà in Consiglio Comunale per ribadire la propria posizione critica sui conti, e con il proprio voto contrario farà quanto possibile per opporsi alla entrata in vigore di un bilancio ‘nocivo’ per Valenza che altro non potrà fare se non penalizzare ancora per altri anni la nostra Comunità. Pertanto, chiediamo ai gruppi Minoranza di fare massa critica, evitando – come avvenuto in passato – un ‘inutile Aventino’, che potrà soltanto favorire questa Maggioranza tanto irresponsabile quanto avulsa dai problemi reali dei Valenzani“.