ALESSANDRIA – La gara per affidare in concessione la piscina “Archimede” di Alessandria, usata dalle persone disabili per percorsi riabilitativi, è stata annullata. Lo comunica il Cissaca, il consorzio per i servizi socioassistenziali, che aveva chiesto un parere in autotutela all’Autorità nazionale anticorruzione. Su indicazione dell’Autorità dovrà quindi essere bandita una nuova gara.

“Il nostro consorzio – ha spiegato Gianni Ivaldi, Presidente Cissaca – sta procedendo in questa direzione e in questi mesi ha ultimato i lavori necessari e urgenti di manutenzione, di risanamento di parti della struttura, ritenendo fondamentale questo servizio per la Comunità”.  La piscina era stata chiusa alla fine di luglio per abbandono della gestione da parte del concessionario. Il consorzio, per ovviare ai disagi, ha deciso di riconoscere un contributo per il pagamento di tali attività presso altri impianti alle persone disabili che hanno bisogno della struttura. Tutte le informazioni sulle modalità per ottenere il contributo su www.cissaca.it  o nella sede Cissaca in Via Galimberti 2 negli orari di apertura al pubblico a partire dal 18 febbraio.