ALESSANDRIA – “Passare dalle parole ai fatti” e valorizzare il centro di Alessandria. Il primo incontro del “Tavolo permanente per la valorizzazione del centro cittadino” ha messo di fronte il sindaco del Comune di Alessandria, Gianfranco Cuttica di Revigliasco, l’assessore al Commercio, Mattia Roggero, l’assessore ai Lavori Pubblici, Giovanni Barosini, e i rappresentanti delle associazioni di categoria del commercio locale. Nel confronto si è discusso delle possibili strade da percorrere, a breve e medio termine, per migliorare la vivibilità e l’attrattività del centro di Alessandria. Tra le prime iniziative la creazione di una squadra di operatori impegnati nella sistemazione del porfido, dell’arredo urbano, del verde e per la pulizia. “Mi occuperò personalmente di guidare una piccola squadra di manutentori che si occupi dei piccoli problemi di tutti i giorni – ha concluso l’assessore ai Lavori Pubblici, Giovanni BarosiniÈ chiaro che un intervento puntuale e tempestivo evita che quello che oggi è un piccolo problema, se non risolto in tempi utili, diventi, domani, una difficile criticità da affrontare. Questo primo step vuole essere un’azione semplice come già si faceva in passato, ma con un riscontro tangibile e significativo per i cittadini. Non bisogna dimenticare che il centro non è solo luogo di commercio, ma anche e soprattutto un luogo di aggregazione sociale”.

“Questo primo incontro è stato fattivo e concreto per individuare alcuni possibili e semplici obiettivi da cui sia i commercianti che la stessa Amministrazione comunale possono trarre reciproco beneficio – ha commentato l’assessore al Commercio, Mattia Roggero. Vogliamo passare dalle parole ai fatti con azioni semplici, ma concrete, che possano aiutarci a rendere più attrattivo e vivibile il centro urbano con uno sguardo critico, chiaramente, anche al resto della città ed ai sobborghi. In tal senso la collaborazione con le associazioni di categoria è fondamentale per costruire dei percorsi che partano dalla sistemazione delle criticità con cui quotidianamente dobbiamo fare i conti, per arrivare a progetti di più ampio respiro e sui quali stiamo già ragionando che ci aiutino, nei prossimi mesi, a creare occasioni per rendere la città più bella ed accogliente”.